La mastopessi è l'intervento elettivo di chirurgia estetica per il sollevamento del seno. Quando un seno ha ceduto sia per motivi di età, sia a seguito di un importanto dimagrimento o dopo l'allattamento al seno, e dunque si presenta ptosico e svuotato, la mastopessi riporta il seno in posizione elevata e può prevedere contestualmente l'inserimento di protesi mammarie per produrre un aumento delle dimensioni del seno.

Mastopessi





Sollevamento seno

Mastopessi

Se state prendendo in considerazione una mastopessi, o lifting del seno, un modo per vedere se potrebbe esservi di aiuto è quello di mettere una matita sotto il seno e vedere se rimane lì. Se vi rimane, la mastopessi potrebbe essere un'opzione.
la più comune operazione di sollevamento del seno, detta mastopessi, riposiziona il capezzolo più alto sulla parete toracica. Le donne di solito fanno questa procedura su base ambulatoriale, il che significa non è previsto pernottamento. Ci vogliono circa tre ore e di solito viene fatta in anestesia generale.
Alcune donne fanno anche una mastoplastica additiva con protesi mammarie in combinazione con la mastopessi. Il chirurgo dovrebbe descrivere le opzioni e spiegare la procedura in dettaglio.


Età e allattamento al seno

È possibile fare una mastopessi a qualsiasi età dopo l'età dello sviluppo. È possibile fare la mastopessi sia prima che dopo la gravidanza. Sarete ancora in grado di allattare al seno dopo l'intervento di una mastopessi.



Prepararsi per la Chirurgia

Il primo passo è quello di consultare un chirurgo plastico. In fase di consultazione specificare al chirurgo quali sono i vostri obiettivi. Se volete fare anche un impianto di protesi mammarie per l'aumento del seno, portate delle foto che mostrino la dimensione e la forma del seno che desiderate.
Il chirurgo valuterà il vostro stato di salute e vi descriverà le possibili opzioni. Il chirurgo dovrebbe inoltre spiegare la procedura in dettaglio, i rischi annessi e come sarà la fase di recupero.

Complicazioni dopo una mastopessi sono relativamente rare. Le tre più probabili complicazioni sono il sanguinamento, l'infezione e le cicatrici. Il chirurgo vi darà istruzioni che vi aiuteranno a ridurre il rischio di complicanze. Queste istruzioni includono indicazioni quali non fumare, non assumere farmaci che possano rendere più probabile il sanguinamento, e assumere se necessario gli antibiotici.

Si dovrebbe anche cominciare a pianificare il periodo di recupero. Per esempio, si dovrà evitare di sollevare carichi pesanti per almeno 4 / 6 settimane dopo la mastopessi. Se avete bambini piccoli, potrebbe essere necessario chiedere un supporto a qualcuno.



Mastopessi intervento

La mastopessi può essere eseguita in ospedale o in una clinica privata. Incontrerete prima dell'intervento il vostro anestesista, il chirurgo ed il personale infermieristico.
Il chirurgo segnerà la posizione corretta in cui il capezzolo verrà riposizionato. Dopo di che, sarete trasportati in sala operatoria, dove vi verrà effettuata l'anestesia generale o sarete messi in sedazione.
Il chirurgo rimuove la pelle in eccedenza e solleva il tessuto del seno fino alla posizione corretta. Se contestualmente all'intervento di mastopessi vi vengono impiantate anche le protesi mammarie, il chirurgo le inserisce e quindi richiude e fascia il seno. Possono essere applicati piccoli tubicini drenanti al seno per le successive 24 / 48 ore.



Dopo la mastopessi

Durante la visita di controllo il primo o secondo giorno dopo la mastopessi, il chirurgo rimuove le bende e gli eventuali drenaggi. Il medico dovrà controllare anche il colore del capezzolo e l'irrorazione di sangue dei tessuti.
Dopo l'operazione di mastopessi, aspettatevi di avere un certo disagio per alcuni giorni. Il medico di solito consiglia di indossare un reggiseno o una medicazione speciale per fornire il supporto necessario durante il recupero. Per la prima settimana, potrebbe essere necessari degli antidolorifici.
Se sono state impiantate anche le protesi mammarie, fare attenzione a non urtare contro il petto, poiché ciò potrebbe causare la rottura della protesi.
Nel giro di due o tre settimane il chirurgo rimuove tutti i punti. La dimensione e la forma del seno continueranno a migliorare nel tempo.
Possono presentarsi leggere differenze di simmetria tra i due seni. Se è così, il vostro chirurgo plastico farà un intervento di piccolo ritocco per riposizionare il capezzolo, se necessario. Piccole regolazioni possono essere effettuate anche in seguito.
Durante il periodo di recupero, è molto importante limitare la vostra attività come indicato dal chirurgo e riferire immediatamente eventuali effetti collaterali o problemi che state avendo. Qualsiasi intervento chirurgico comporta dei rischi, quali l'infezione. Con la mastopessi la perdita permanente di sensibilità nei capezzoli o a livello di epiderma del seno è molto rara.


Domanda: Avrò bisogno di una mastopessi se le mie protesi mammarie verranno rimosse?
Risposta: Forse. Talvolta i chirurghi ricorrono ad un lifting del seno dopo la rimozione di un impianto di protesi mammarie.

Domanda: Avrò mai più bisogno di fare una mastopessi?
Risposta: È possibile. Con il tempo, alcune donne scelgono di ripetere una mastopessi come procedura di "ritocco" per migliorare l'aspetto generale del loro seno. Ma generalmente non sarà necessario ricorrere ad una procedura di mastopessi di ampio raggio


Per info e contatti: www.dauroreale.com