Con la mastoplastica additiva il chirurgo plastico può aumentare a piacimento le dimensioni del seno femminile, in base alle richieste della paziente. La mastoplastica riduttiva, al contrario, rduce le dimensioni di un seno femminile troppo prosperoso in natura.

Mastoplastica





Chirurgia estetica del seno

Mastoplastica

La mastoplastica additiva ( intervento chirurgico di aumento del seno ) può migliorare l’aspetto e la fiducia in voi stessi, ingrandendo i vostri seni e rendendoli più proporzionali con il resto del corpo. Il Dr. Dauro Reale, chirurgo plastico specializzato, esegue spesso l'intervento di mastoplastica additiva anche per correggere un piccolo abbassamento del seno che può verificarsi dopo la gravidanza e l'allattamento. E' possibile trovare alcune foto di mastoplastica additiva pre post intervento del dr. Reale in questo sito alla seguente pagina: mastoplastica additiva foto. A fine galleria troverete anche un link che rimanda alla galleria fotografica completa del sito ufficiale dello stesso chirurgo.

Sono molte le scelte e opzioni nella mastoplastica additiva, che richiedono un' attenta pianificazione per individuare quale sia la migliore scelta per voi. Tutte queste opzioni di aumento della mammella presentano vantaggi e svantaggi, che bisogna conoscere prima di prendere una decisione con il chirurgo.

Gli impianti vengono collocati o dietro il tessuto mammario o sotto il muscolo sulla parete toracica (muscolo pettorale) attraverso un'incisione o sotto l'areola nella piega sotto il seno, o sotto l'ascella. Le protesi mammarie posizionate sotto il muscolo hanno una forma più naturale, una minore possibilità di contrattura capsulare (indurimento), e sono più agevoli per la mammografia. Tuttavia, se lavorate molto con gli arti superiori con esercizi in palestra, allora gli impianti trovano una migliore collocazione sotto il seno. É importante capire che piccole differenze nelle dimensioni e forma del seno non cambieranno dopo l’intervento di mastoplastica additiva e potranno anche essere più evidenti.

La maggior parte dei pazienti scelgono protesi al silicone anziché impianti mammari a base di gel salino, in quanto questi ultimi possono essere associati all’effetto “increspatura” che può essere visto attraverso la pelle. Le protesi al silicone sono sostanzialmente diverse dal vecchio tipo di protesi al silicone utilizzate negli anni 1970 e '80. L'involucro dell'impianto è molto più spesso ed ha una superficie strutturata, che riduce la variazione di contrattura capsulare (indurimento) dell'impianto, e gli impianti a gel di solicono coesivo contengono un gel che è simile in consistenza al Jelly set, che conserva la sua forma e non si comporta come un liquido, come invece faceva il vecchio gel di silicone. Un altro vantaggio degli impianti a gel coesivo è che possono essere fatti a forma di seno.

Nel giugno 1999 l' Istituto di Medicina presso l'Accademia Nazionale delle Scienze negli Stati Uniti, ha pubblicato un rapporto che ha confermato che non vi è alcun aumento del rischio di sviluppo di cancro, o di problemi immunologici o neurologici associati all'uso di protesi mammarie al silicone.

Una mastoplastica additiva richiede un’ anestesia generale, un intervento della durata di circa 1-2 ore, e viene di solito eseguita come una procedura in regime day hospital o con pernottamento. Dopo l'intervento chirurgico di mastoplastica additiva è importante limitarsi ad attività leggere, prive di sforzi o azioni pesanti per 7-10 giorni. La maggior parte dei pazienti possono guidare di nuovo e tornare al lavoro entro 10 giorni dopo l'intervento chirurgico. Non devono essere intraprese attività pesanti e sportive per il mese successivo all’ intervento di mastoplastica additiva.